MODULO 2: IL MARGINE OPERATIVO

In questo modulo affrontiamo l’argomento della valutazione della redditività di un’attività commerciale introducendo la definizione di alcuni parametri fondamentali: il margine (o markup) e il moltiplicatore (o ricarico), che spesso vengono a torto confusi. Vuoi vedere se l’argomento è di tuo interesse? Prova a rispondere alle domande qui sotto, oppure vai direttamente alla lezione cliccando Avvia Modulo.



DOMANDA 1

Un negozio specializzato in agricoltura, che vende al dettaglio prodotti per il giardinaggio (anche qualche pianta) , prodotti per animali d’affezione e un poco di ferramenta e casalinghi con quale margine operativo ideale dovrebbe operare?

il 25%
Sbagliato
il 30%
Sbagliato
il 35%?

Esatto

I migliori punti vendita operano con un margine che arriva sino al 36-37%. Questa percentuale permette di remunerare correttamente investimenti e costo del lavoro che sono le due voci di spesa più rilevanti dopo la merce da porre in vendita.

DOMANDA 2

Per arrivare a calcolare con precisione l’esatto ammontare del margine, quanto è importante conoscere la situazione del magazzino e le eventuali variazioni, sia di crescita che di diminuzione del suo valore?

Ininfluente
Sbagliato
Poco rilevante
Sbagliato
Fondamentale

Esatto

Il margine economico, ossia quanto guadagno dalla vendita della merce a scaffale, si calcola misurando esattamente la quantità ed il valore della merce realmente venduta, che corrisponde alla merce acquistata più o meno le variazioni di magazzino. In tal modo si misura proprio il “costo del venduto” da cui dipende il vero margine economico.

DOMANDA 3

Per migliorare la redditività complessiva di un punto vendita come si può intervenire?

Aumento del margine
Sbagliato
Aumento del margine e controllo dei costi
Sbagliato
Aumento del margine, controllo dei costi e gestione dello scaffale

Esatto

Da una ricerca svolta presso alcune catene di supermercati risulta che migliorare la gestione del prodotto, ossia una miglior cura nella disposizione a scaffale e nel controllo della stagionalità, a parità di costi , fa crescere la rotazione in misura equivalente ad un incremento di margine del 5%.

AVVIA MODULO