Il diserbo sulle stoppie con Roundup

giugno 2019 - Redazione

Il trattamento diserbante sulle stoppie è una operazione strategica con un ottimo rapporto costi/benefici, aspetto essenziale per garantire il successo della prossima campagna.
L’obbiettivo è quello di eliminare le infestanti più difficili da controllare per facilitare le lavorazioni e la pulizia dei letti di semina. La scorsa è stata una primavera particolarmente fresca e piovosa, condizioni climatiche ideali per consentire uno sviluppo ottimale delle malerbe, soprattutto delle specie rizomatose e perennanti.

Difatti le specie perenni, come sorghetta da rizoma, gramigna o convolvolo, devono essere eliminate prima delle lavorazioni di aratura ed erpicatura, per evitare che gli attrezzi frammentino le radici sotterranee ancora  vitali diffondendo l’infestazione. Anche per le malerbe annuali è importante effettuare il diserbo, poiché è fondamentale impedire la produzione di seme che poi dovrà essere controllato.

Dal punto di vista tecnico il trattamento con Roundup sulle stoppie comporta una serie di vantaggi tecnici importanti che si ripercuotono sul reddito e sulla gestione aziendale, consentendo di ridurre anche l’impatto ambientale delle pratiche agricole; nello specifico:

  • Riduzione delle erbe infestanti, facilitando i diserbi di pre-emergenza e riducendo quelli in post emergenza
  • Evita che le lavorazioni propaghino i rizomi delle infestanti perenni
  • Pulisce il terreno dalle malerbe senza impatti negativi sulla struttura o sul tenore della sostanza organica
  • Minore dispendio di carburante, ore lavoro ed emissione di anidride carbonica rispetto all’estirpazione meccanica
Il momento ottimale per intervenire è qualche giorno dopo una pioggia: in questo modo possono essere controllate sia le infestanti annuali in attiva crescita che le infestanti perenni in pre-fioritura o in buono stato vegetativo. Dal momento che viene effettuato il trattamento e per avere il controllo perfetto sulle erbe perenni, è necessario attendere almeno 4 giorni se viene utilizzato Roundup Paltinum e 5 giorni con Roundup Ultramax.

Chiaramente la buona riuscita dell’operazione è possibile solo se viene impiegato glifosate di ottima qualità, come Roundup Platinum o Roundup Ultramax, che sono in grado di garantire la completa devitalizzazione degli organi sottorranei nelle specie perenni. Per il successo del trattamento è importante applicare il dosaggio corretto di Roundup, in funzione del tipo di infestanti presenti e del loro sviluppo:

Tipologia  Infestanti Roundup
Platinum
Roundup
Ultramax
Annuali Abutilon theophrasti, Amarantus retroflexus, Ambrosia artemisiifolia, Chenopodium album, Datura Stramonium, Echinochloa crusgalli 1-3it/ha 0,5-2Kg/ha
Biennali Cirsium vulgare, Picris echiodes, Malva spp 3-5it/ha 2,0-3,5kg/ha
Perenni Agropyron repens, Cirsium arvense, Convolvulus arvensis, Cynodon dactylon, Polygonum spp, Rumex spp, Sonchus spp. e Sorghum halepense 5-7,5it/ha 3,5-4Kg/ha

Roundup Platinum e Roundup Ultramax: la risposta alle tue esigenze!